skip to Main Content
Invia un Messaggio

Dove Siamo

Associazione Sophis
Viale G. Brodolini n. 2
INT. 24 Battipaglia (SA)
PI 04595440654
CF 91040740655
+39 0828.333337
+39 0828.1733054
info@sophis.biz
Codice Fatturazione N92GLON

Orari di Ufficio

Lunedi: 8am-4pm
Martedi: 9am-5pm
Mercoledi: 9am-2pm
Giovedi: 9am-5pm
Venerdi: 10am-2pm
Sabato: 12pm-5pm
Domenica: Chiuso

FUNZIONI ESECUTIVE E DSA

FUNZIONI ESECUTIVE E DSA

Finalità ed Obiettivi 

Molto spesso quando si parla di apprendimento ci si riferisce, più o meno esplicitamente, alla memoria e all’acquisizione di procedure. Nel caso della dislessia (o più in generale, nei disturbi specifici dell’apprendimento), per esempio, si tende spesso a parlare di difficoltà specifiche nella lettura, nella scrittura e nel calcolo (procedure, appunto). Un aspetto che per tanto tempo è stato approfondito a livello scientifico ma assai poco enfatizzato a livello divulgativo è l’importanza delle cosiddette funzioni esecutive. Senza voler scendere troppo nel tecnico, si tratta di un complesso di funzioni che permettono all’individuo di mettere in atto comportamenti e strategie adeguate in contesti in cui i vecchi schemi acquisiti non sono funzionali o non permettono di giungere alla soluzione di un problema. Solo per citare alcuni casi in cui entrano in gioco queste funzioni, si può pensare alla necessità di inibire risposte impulsive o alla capacità di pianificare. In estrema sintesi queste possono essere definite come l’opposto dell’automatizzazione, capacità complesse che entrano in gioco quando bisogna creare nuove modalità di comportamento in risposta alle circostanze. Il ruolo delle funzioni esecutive emerge anche e soprattutto nell’apprendimento di nuovi compiti e competenze. È infatti noto ormai da tempo che scarse funzioni esecutive predicono spesso difficoltà negli apprendimenti. L’influenza delle funzioni esecutive sul rendimento scolastico inoltre sembra essere indipendente dal quoziente intellettivo. Come già accennato, nonostante la scienza abbia già prodotto molte evidenze della loro importanza, a livello divulgativo il ruolo delle funzioni esecutive non ha avuto abbastanza risalto, al punto da ignorare frequentemente che difficoltà in quest’area sono presenti in molti disturbi. Ne è un esempio la dislessia: sebbene numerose ricerche abbiano dimostrato la frequente (ma non costante) associazione fra disturbi specifici dell’apprendimento e difficoltà nelle funzioni esecutive, molto spesso nelle diagnosi ci si limita ad attestare un’intelligenza nella norma e un livello degli apprendimenti scolastici deficitario anche se, come già detto, il livello delle funzioni esecutive influenza la capacità negli apprendimenti scolastici a prescindere dal quoziente intellettivo. Nel parlare comune, anche nel caso dell’ADHD si tende a ridurre il problema a una generica disattenzione e/o impulsività quando si sa da tempo che non di rado i bambini con questo disturbo manifestano defict nelle funzioni esecutive (in cui peraltro rientra la capacità di inibire gli impulsi). Il discorso si complica nei casi di ritardo mentale ma vale comunque la pena accennare come si tenda spesso “banalizzare” il problema limitando la valutazione a un quanto mai vago quoziente intellettivo, omettendo di approfondire la valutazione sulle funzioni esecutive nonostante la loro importanza e la possibilità di trattarle. A questo proposito in tempi recenti sono stati messi a punto numerosi protocolli, computerizzati e non, che mirano al potenziamento di questo complesso di funzioni cognitive e sono sempre più cospicue le ricerche che sembrano attestarne l’efficacia e le ricadute in molti contesti (come la riduzione delle difficoltà di individui con ADHD) tra cui quello scolastico. Per esempio da alcune ricerche è emerso che molti bambini in cui vengono potenziate le funzioni esecutive mostrano anche miglioramenti nell’area del calcolo e della comprensione del testo. È opportuno notare inoltre che, stando ad alcune evidenze scientifiche, interventi in questo ambito sembrano attuabili, con le dovute modalità, già in età prescolare.

PROGRAMMA

  • Introduzione al seminario
  • Funzioni esecutive: aspetti teorici e valutativi
  • Funzioni esecutive e DSA: quale intreccio?
  • Potenziamento cognitivo e potenziamento degli apprendimenti

Professioni : Fisioterapista, Logopedista, Medico Chirurgo, Psicologo, Educatore Professionale, Terapista Della Neuro E Psicomotricità Dell’età Evolutiva, Terapista Occupazionale, Tecnico Della Riabilitazione Psichiatrica, Pedagogisti e Docenti. 

Sede del corso: Centro Congressi San Luca, S.S. 18  – Battipaglia.

La quota di partecipazione è pari ad € 80,00 .

Responsabile Scientifico: Prof.ssa Marianna Coppola  – Professoressa di Psicologia Cognitiva e Valutazione Cognitiva dell’Istituto Sacks Roma

Relatore: Dott. Ivano Anemone  Neuropsicologo, di Training Cognitivo

Provider ECM: Associazione Sophis, Viale Brodolini n. 2 – 84091 Battipaglia (SA) Tel. 0828333337-Fax 08281733054 – www.sophisacademy.it – info@sophisacademy.it 

Accreditamenti: Ministero della Salute- 8 Crediti ECM | MIUR DM 177/2000 Direttiva 170/2016

Informazioni: Associazione Sophis, Viale Brodolini n. 2 – 84091 Battipaglia (SA) Tel. 0828333337 Fax 08281733054 – www.sophisacademy.it – info@sophisacademy.it 

Back To Top
WhatsApp Entra in Chat